Il Battelliere, the Italian workboat magazine. News page. Notizie in tempo reale



Il Battelliere - Nautica Professionale

Altri siti I Usato I Redazione I Fast Ferries I Clienti I Novita'/News I Forum
Abbonam. I Pubblicità I Costr. RINa I Newletter I Cerca I Home



Novità - Ultima Ora



Per motivi tecnici l'aggiornamento della sezione news è stata temporaneamente sospesa ma informazioni e news in tempo reale sono pubblicate nei siti Twitter e Facebook della rivista.



OGGI LA VECCHIA E AMATA CERATA PUO' VALERE FINO A € 100,00
No non state sognando, è pura realtà, dal 1o Settembre al 31 Dicembre 2004, la Sea Storm, nota azienda di abbigliamento tecnico nautico e tempo libero, ha organizzato la campagna rottamazione cerate.
Un vero affare per tutti coloro che possiedano nell'armadio uno scheletro di cerata che non è più in grado di proteggervi nemmeno dalla rugiada, o per chi vuol fare il salto di qualità e passare ad una cerata traspirante, o per chi semplicemente vuole cambiare look ad un costo abbordabile. Per poter accedere alla rottamazione è semplicissimo, basta portare una giacca e/o un pantalone impermeabile di qualsiasi tessuto, modello e marca, ma soprattutto in qualsiasi condizione al punto vendita autorizzato alla rottamazione e usufruirete automaticamente del contributo emesso a disposizione dalla Sea Storm che potrà raggiungere, a secondo del modello scelto, i € 100,00. Per informazioni sul punto vendita più vicino potete contattarci al seguente numero telefonico 055 696 017 oppure sul sito www.sea-storm.com. (Sea Storm, Settembre 2004)

PRESENTATO OGGI A MILANO IL 44o SALONE NAUTICO INTERNAZIONALE. IN AUMENTO ESPOSITORI E BARCHE ESPOSTE. CRESCE LA PRESENZA DI SUPERYACHT CON L'ESPOSIZIONE ALLO YACHT CLUB ITALIANO. LA NAUTICA ITALIANA NEL 2003: PIL +7% E PRODUZIONE DI BARCHE +10%. CRESCE IL MERCATO INTERNO. IL GRUPPO SVILUPPO ITALIA MAIN SPONSOR DELLA RASSEGNA. GENOVA ACCOGLIE I VISITATORI DEL SALONE
Presentazione oggi a Milano, nella sede di Assolombarda, per la 44a edizione del Salone Nautico Internazionale in programma dal 9 al 17 ottobre 2004 alla Fiera di Genova. La manifestazione, organizzata da Fiera di Genova e UCINA - l'associazione nazionale di categoria dell'industria nautica da diporto - è stata illustrata dal presidente della Fiera di Genova Franco Gattorno, dal Presidente di UCINA Paolo Vitelli e da Roberto Urbani e Lorenzo Pollicardo, rispettivamente Amministratore Delegato di Fiera di Genova e Segretario Generale di UCINA.
Per il main sponsor della manifestazione, Sviluppo Italia, è intervenuto l'amministratore delegato del gruppo, Massimo Caputi. Il piano della viabilità e dei parcheggi approntato per i nove giorni di Salone è stato dettagliato da Arcangelo Merella, assessore alla mobilità e al traffico del Comune di Genova.
Con una superficie complessiva che supererà i 288 mila metri quadrati - distribuiti su quattro padiglioni, ampie aree all'aperto, aree attrezzate, tra cui la tensostruttura di "Piazza del Mare" e tre marine - al 1o settembre sono confermati 1540 espositori e 1988 le barche dichiarate in esposizione - dalle derive ai super yacht - il Salone Nautico Internazionale si presenta come una delle più qualificate e complete vetrine internazionali per la nautica da diporto con una gamma ancora più vasta di offerta sia in termini commerciali sia in termini di contenuti. Cresce la lunghezza media delle barche. Sono 200 le barche in acqua. Dalle canoe ai superyacht fino a 45 metri, con nuovi marchi e importanti ritorni.
UNA NUOVA AREA SUPERYACHT ALLO YACHT CLUB ITALIANO
Partito il bando di gara per i lavori di ampliamento della Marina - che porterà a seicento il numero di posti barca disponibili, contro i circa duecento attuali, risolvendo così l'annoso problema della carenza di spazi - la rassegna offrirà al pubblico un'anticipazione delle prospettive di sviluppo degli anni futuri. Grazie alla partnership con lo Yacht Club Italiano - il più antico e prestigioso circolo italiano, che celebra quest'anno i centoventicinque anni di attività - il Salone Nautico Internazionale presenterà una più ampia selezione di super yacht fino a quarantacinque metri di lunghezza in Marina 1 e nel porticciolo Duca degli Abruzzi a Calata Marconi.
I visitatori accederanno all'area super-yacht - dove sono ad oggi previste quattordici navi da diporto presentate da dodici cantieri - direttamente dal quartiere fieristico utilizzando un servizio navetta (in partenza dall'ingresso di ponente - piazzale Riparazioni Navali), il flusso di accesso sarà regolamentato. Con questa anteprima il Salone amplia la sua offerta in un segmento di mercato dove l'industria italiana detiene saldamente la leadership mondiale e si prepara a diventarne il punto di riferimento grazie all'imminente attuazione della nuovo regolamento di costruzione.
IL LAY OUT 2004
Per quanto riguarda il lay out del quartiere grande attenzione è stata posta nell'allestimento delle aree all'aperto attrezzate; si conferma il proseguimento del quartiere fieristico con l'utilizzo dell'area Kennedy, realizzata in piena continuità e destinata alle imbarcazioni a motore, e della tensostruttura di Piazza del mare, che ospita i produttori internazionali di barche a motore, che completa l'esposizione con le barche in acqua a Marina 1 sempre più scenografica e ricca di novità.
In crescita la vela che sarà esposta nel padiglione B, in parte di Marina 1 e soprattutto nella darsena di Marina 2 dove la barche saranno ormeggiate su tre lati e il colpo d'occhio garantito dal passaggio sopraelevato sul molo di levante.
Dal punto di vista espositivo Piazzale Marina 2 si presenterà al visitatore interamente coperto come un unico grande padiglione con ampi viali dedicati allo shopping moda mare e al turismo, dove si segnala una notevole crescita di espositori e di offerta rivolta sia agli operatori che al pubblico. Restano confermate le tradizionali suddivisioni merceologiche, la Piazzetta Gommoni in continuità con l'esposizione all'esterno e all'interno del padiglione B e il settore pesca nella galleria del padiglione C.
Il Teatro del Mare e lo Stadio sull'acqua saranno il fulcro degli incontri e delle attività sportive e interattive, secondo un ricco programma dedicato ai giovani, all'ambiente, allo sport e alla cultura del mare. (v. comunicato 3 e programma allegato).
I TEMI DEI CONVEGNI
Formazione, Ambiente e l'aggiornamento della legge sulla nautica sono i temi portanti della sezione convegni di UCINA. Rivolti agli addetti ai lavori saranno gli incontri dedicati al Nuovo Codice della nautica e al regolamento per la costruzione dei super yacht commerciali e la presentazione, per la prima volta, delle statistiche di ICOMIA, la federazione mondiale delle industrie nautiche da diporto.
Sul Turismo nautico come elemento di sviluppo per il Paese si incentrerà il convegno istituzionale organizzato da Sviluppo Italia, sponsor della 44a edizione del Salone, che affronterà poi i temi del charter, dell'associazionismo e dell'ambiente in una serie di incontri e workshop promossi da Italia Navigando . Come l'anno scorso anche la disabilità si conferma come tema centrale affrontato, in questa edizione, oltre che sotto l'aspetto sportivo e terapeutico, anche sotto quello delle innovazioni ed ausili tecnici. Nell'ambito delle iniziative promosse dai partner istituzionali si annuncia rafforzata la presenza della Marina Militare che illustrerà in anteprima nazionale il nuovissimo progetto cartografico, un prodotto all'avanguardia realizzato dall'Istituto Idrografico della Marina.
L'ANDAMENTO DEL MERCATO
Secondo i dati UCINA, nel 2003 il valore della produzione nautica italiana di imbarcazioni da diporto è stimabile in 1.720 milioni di euro, che corrisponde ad una crescita del 10% rispetto al 2002 (1.561 mio di euro). Per quanto riguarda il contributo al PIL dell'intero settore nautico, comprensivo dell'indotto, per il 2003 si registra una crescita del 7% e un valore complessivo che supera i 2 miliardi di Euro (1953 milioni di euro nel 2002).
Nonostante la crisi economica internazionale l'industria italiana mantiene un'elevata propensione all'export, che nel 2003 ha rappresentato il 67% del valore della produzione di barche (circa 1.152 milioni di euro). E' importante segnalare come aspetto positivo l'eliminazione - grazie al leasing italiano - delle distorsioni di un "presunto export" legato proprio all'utilizzo di questo strumento all'estero. Significativa la crescita del mercato interno (+61%) - vale a dire il valore della produzione italiana venduta in Italia e delle importazioni - che si attesta sugli 862 milioni di euro, dovuta in gran parte al successo del leasing nautico.
Divenuto fortemente competitivo dal giugno 2002, il leasing nautico ha registrato nel 2003 un +128% come valore dello stipulato per un totale di 2100 operazioni concluse (dati ASSILEA).
IL GRUPPO SVILUPPO ITALIA, SPONSOR DELLA MANIFESTAZIONE
Il Gruppo Sviluppo Italia, l'agenzia nazionale per lo sviluppo d'impresa e l'attrazione di investimenti, partecipa come sponsor al 44o Salone Nautico di Genova. Con la propria presenza, Sviluppo Italia intende confermare l'impegno del Gruppo nel rilancio del turismo, che deve tornare ad essere il vero settore trainante dell'economia italiana su cui puntare per recuperare posizioni in termini di competitività a livello internazionale per attrarre investitori nel nostro mercato. In questa ottica, secondo le linee strategiche di Sviluppo Italia i progetti per il rilancio del turismo e della portualità turistica sono due elementi imprescindibili per la crescita dell'economia Italiana.
Sviluppo Italia Turismo sta realizzando un progetto, elaborato in accordo con il Ministero delle Attività Produttive, per la creazione di 6 Poli Turistici Integrati nel Sud d'Italia. Un investimento di 770 ml di € è destinato alla realizzazione di una serie di interventi in grado di attivare 2 milioni di flussi turistici l'anno, con la creazione di un sistema di grande ricettività da 5.570 camere.
Prevista inoltre la valorizzazione dell'ospitalità in strutture di pregio di medio-piccola dimensione, l'istituzione di una destination management company per la gestione coordinata delle azioni di marketing e promozione, e la creazione di una scuola di eccellenza per la formazione di risorse umane specializzate.
E' stato anche siglato un accordo con Banca Intesa, IFIL Investissements S.A. e Gruppo Marcegaglia per l'entrata nel capitale di Sviluppo Italia Turismo.
Il Gruppo Sviluppo Italia è inoltre attivo nel settore del turismo nautico e della nautica da diporto, attraverso la controllata Italia Navigando, che ha recentemente siglato la convenzione operativa con il Ministero delle Infrastrutture. Il progetto di Italia Navigando prevede la realizzazione di una rete di 50 porti turistici e la gestione di almeno 25.000 posti barca. L'investimento complessivo ammonta a circa 600 milioni di euro. La prima parte di questa rete portuale è già operativa e comprende circa 2.600 posti barca prenotabili attraverso il call center unificato 899Navigando-899199095, al quale è possibile rivolgersi anche per informazioni su meteo e servizi banchina.
Compito di Rete Autostrade Mediterranee, altra società controllata da Sviluppo Italia, è invece quello di attuare il progetto Autostrade del Mare con lo scopo di creare un'alternativa al trasporto su gomma. Il progetto è stato inserito nell'elenco delle 30 opere europee considerate prioritarie e ha a disposizione fondi comunitari pari a 1,8 miliardi di euro. In base alla convenzione operativa recentemente firmata con il Ministero, Rete Autostrade Mediterranee avrà il compito di elaborare un master plan di interventi, promuovere e favorire l'approvazione di progetti nazionali e internazionali, ricercare partner finanziari, armatori, terminalisti e società di trasporto.
LE GIORNATE PREFERENZIALI PER GLI OPERATORI
Lunedì 11 e martedì 12 ottobre si svolgerà Tech Trade; l'iniziativa riservata agli operatori professionali che consente loro accesso preferenziale nei settori dell'accessoriato e della pesca nelle gallerie dei padiglioni S e C.
INFORMAZIONI PER LA STAMPA
La conferenza stampa di apertura del 44o Salone Nautico Internazionale è in programma venerdì 8 ottobre alle ore 11.30 con anticipo per radio e tv alle 11.00. A seguire sarà presentato alla stampa il volume "La nautica in cifre 2003 "con i dati definitivi della produzione nautica da diporto e i risultati dell'indagine sulla pesca sportiva a cura di Nielsen e Fipo .
Per l'anteprima di venerdì 8 l'ingresso dalla reception di piazzale Kennedy sarà aperto dalle ore 10 così come la sala stampa del padiglione C. In questa giornata i giornalisti potranno posteggiare in piazzale Kennedy negli spazi designati. La cerimonia inaugurale è fissata alle ore 9.30 di sabato 9 ottobre alla presenza del Ministro per le Infrastrutture Pietro Lunardi. (Fiera di Genova, www.salonenauticogenova.it, 6 settembre 2004)

NOVAMARINE 2 AL NAUTICO
NOVAMARINE HD TEN FB e HD SEVEN FIFTY TUG FBHD Ten FB e' il fratello maggiore del famoso HD NINE ancora in produzione dopo oltre 1000 esemplari prodotti nelle versioni professionali per i Corpi Speciali ( Marines USA ) tender Destriero, Moro di Venezia, Oracle, Mascalzone Latino, Azzurra, Italia, oltre che a vari capi di stato e regnanti europei.
E' stato totalmente progettato ex-novo tanto da essere rivoluzionario nella carena incredibilmente morbida.
I tubi tradizionali sono stati realizzati col migliore hypalon neoprene trevira 1800 dn 1o scelta.
Le eccezionali doti di tenuta di mare lo rendono veramente adatto alla navigazione professionale ognitempo con una enorme sensazione assoluta di sicurezza.
Il design è avveniristico ma funzionale senza concessioni alle mode destinate a durare poco ed offre :
- grande resistenza all'usura
- accosto morbido
- grande riserva di galleggiamento
- design pulito e lineare
- assoluta sicurezza in mare
Caratteristiche tecniche
Lunghezza fuori tutto...9.99m
Larghezza fuori tutto...3.50m
Lunghezza interna...9.15m
Larghezza interna...2.15m
Immersione...0.55m
Altezza di costruzione...1.70m
Portata persone...no 25
Potenza max applicabile...500 hp
Carburante...2 x 320 l
Acqua...100 l
HD SEVEN FIFTY TUG FB
Un nuovo progetto di ardita concezione, ergonomico e funzionale destinato a cambiare totalmente il futuro dei battelli a carena rigida.
Non intende sostituire il leggendario HD SEVEN ma offrire ad una utenza più esigente un nuovo mezzo con performances di tenuta di mare e di spazio interno difficilmente raggiungibili.
Tutto è concepito per essere al livello massimo della categoria:
- la VTR prodotta nel nostro stabilimento con cura maniacale
- i nuovi tubolari TUG con milioni di piccole cellule assolutamente impermeabili e indistruttibili inattaccabili dall'ambiente ostile marino, compresi i porti interni in presenza di idrocarburi.
Caratteristiche tecniche
Lunghezza fuori tutto...7.60m
Larghezza fuori tutto...2.85m
Lunghezza interna...7.15m
Larghezza interna...2.00m
Immersione...0.35m
Altezza di costruzione...1.46m
Portata persone...no 17
Potenza max applicabile...250 hp
Carburante...200 l
Acqua...50 l. (Novamarine 2, www.novamarinegroup.it, Settembre 2004)

DAL 9 AL 17 OTTOBRE A GENOVA LA 44a EDIZIONE DEL SALONE NAUTICO INTERNAZIONALE
La 44a edizione del Salone Nautico Internazionale di Genova - in programma dal 9 al 17 ottobre 2004 alla Fiera di Genova - riserverà anche quest'anno piacevoli sorprese agli appassionati di nautica e di mare, offrendo nove giorni di affari, di incontri e di sport nella Capitale del Mare.
Con una superficie complessiva che supererà i 285 mila metri quadrati della scorsa edizione - distribuiti su quattro padiglioni, ampie aree all'aperto, aree attrezzate, tra cui la tensostruttura di "Piazza del Mare" e tre marine - oltre 1400 espositori e circa 1900 barche - dalle derive alle grandi imbarcazioni fino a oltre quaranta metri - il Salone Nautico Internazionale si presenta come una delle più qualificate e complete vetrine internazionali per la nautica da diporto con una gamma ancora più vasta di offerta sia in termini commerciali sia in termini di contenuti.
In attesa dell'ampliamento della Marina - che porterà a seicento il numero di posti barca disponibili, contro i circa duecento attuali, risolvendo così l'annoso problema della carenza di spazi - la rassegna offrirà al pubblico un'anticipazione delle prospettive di sviluppo degli anni futuri. Grazie alla partnership con lo Yacht Club Italiano - il più antico e prestigioso circolo italiano, che celebra quest'anno i centoventicinque anni di attività - il Salone Nautico Internazionale presenterà una più ampia selezione di super yacht fino a oltre quaranta metri di lunghezza utilizzando Marina 1 e calata Marconi al porticciolo Duca degli Abruzzi. Un servizio navetta in partenza dal quartiere fieristico garantirà il collegamento con lo Yacht Club, regolandone il flusso di accesso. Con questa anteprima il Salone amplia la sua offerta in un segmento di mercato caratterizzato da un trend di crescita dove l'industria italiana detiene saldamente la leadership mondiale e si prepara a diventarne il punto di riferimento grazie all'imminente attuazione della nuova legge.
Per quanto riguarda il lay out del quartiere grande attenzione è stata posta nell'allestimento delle aree all'aperto attrezzate; si conferma il proseguimento del quartiere fieristico con l'utilizzo dell'area Kennedy, realizzata in piena continuità e destinata alle imbarcazioni a motore, e della tensostruttura di Piazza del mare, che ospita i produttori internazionali di barche a motore, che completa l'esposizione con le barche in acqua a Marina 1 sempre più scenografica e ricca di novità.
In crescita la vela che sarà esposta nel padiglione B, in parte di Marina 1 e soprattutto nella darsena di Marina 2 dove la barche saranno ormeggiate su tre lati e il colpo d'occhio garantito dal passaggio sopraelevato sul molo di levante.
Dal punto di vista espositivo Piazzale Marina 2 si presenterà al visitatore come un unico grande padiglione con ampi viali dedicati allo shopping moda mare e al turismo, dove si segnala una notevole crescita di espositori e di offerta rivolta sia agli operatori che al pubblico. Restano confermate le tradizionali suddivisioni merceologiche, la Piazzetta Gommoni in continuità con l'esposizione all'esterno e all'interno del padiglione B e il settore pesca nella galleria del padiglione C.
Il Teatro del Mare e lo Stadio sull'acqua, saranno il fulcro delle attività sportive e interattive, prove e dimostrazioni secondo un ricco programma dedicato ai giovani, all'ambiente, allo sport e alla cultura del mare. Il calendario degli eventi, in fase di definizione vede il coinvolgimento delle Federazioni Sportive ed in particolare di FICK, della Federazione Italiana Sci Nautico, e della FIM. La Federazione Italiana Vela - presente con un grande spazio espositivo di fronte al Teatro del Mare - sarà protagonista delle attività collaterali con iniziative di invito alla vela rivolte alle scuole e a tutti i visitatori e con una serie di esibizioni e dimostrazioni con la nuova deriva federale.
Mare e avventura saranno uno dei fili conduttori del palinsesto del Teatro del Mare: tra le presentazioni a calendario giovedì 14 ottobre la partenza di Andrea Stella sul catamarano "Lo spirito di Stella", che tornerà negli Usa dopo quattro anni, e "Al-one 2004", l'impresa di Alex Belleni che partirà domenica 10 ottobre per un'insolita traversata atlantica a remi in solitario. Da segnalare poi il debutto della Fondazione Rainbow, finalizzata alla promozione degli sport su tavola per i disabili, e le presentazioni di "Abaco Team Property Management Oceancat 2004", la sfida oceanica di Andrea Gancia e Matteo Miceli su un catamarano di 20 piedi e di "Ho sposato l'oceano", il libro con cui Inbar Meytsar ha voluto ricordare le avventure sportive e la vita insieme al marito Simone Bianchetti.
Nell'ambito delle iniziative promosse dai partner istituzionali si annuncia rafforzata la presenza della Marina Militare che presenterà in anteprima nazionale il nuovissimo progetto cartografico, un prodotto all'avanguardia realizzato dall'Istituto Idrografico della Marina.
Ad un anno dalla entrata in vigore della legge per la nautica (legge 172 dell'8 luglio 2003) sono attesi i provvedimenti attuativi che tale norma indicava. In particolare il codice per la nautica da diporto e il regolamento di sicurezza per gli yacht commerciali che hanno completato il proprio iter di elaborazione e che sono attualmente in fase di delibera legislativa. Alla nuova legge e a questi suoi principali aspetti attuativi, alla formazione e allo sviluppo del turismo nautico UCINA dedicherà i convegni ufficiali del 44o Salone Nautico Internazionale.
Per quanto riguarda la formazione in particolare, UCINA - che ha svolto nel corso degli ultimi mesi una approfondita mappatura delle offerte di formazione e un'analisi della domanda da parte dell'industria e del commercio - dedicherà, nell'ambito del palinsesto del Teatro del Mare, una serie di appuntamenti per dare la possibilità di conoscere e approfondire le opportunità esistenti.
L'ANDAMENTO DEL MERCATO
Secondo i recenti dati diffusi da UCINA, nel 2003 il valore della produzione nautica italiana di imbarcazioni da diporto è stimabile in 1.700 milioni di euro, che corrisponde ad una crescita del 9% rispetto al 2002. Per quanto riguarda il contributo al PIL dell'intero settore nautico, comprensivo dell'indotto, la stima per il 2003 prevede un valore complessivo che supera i 2 miliardi di Euro (1953 milioni di euro nel 2002).
Per quanto riguarda il leasing nautico, divenuto fortemente competitivo dal giugno 2002, si segnala che nel 2003 in termini percentuali il valore dello stipulato è aumentato del 128%. Sulla base di tale dato si evince oggi l'andamento del mercato interno e conseguentemente si possono iniziare a misurare i benefici della nuova legge nautica del 2003.
IL GRUPPO SVILUPPO ITALIA, MAIN SPONSOR DELLA MANIFESTAZIONE
Sviluppo Italia, l'agenzia nazionale per lo sviluppo d'impresa e l'attrazione degli investimenti, scommette sul Salone Nautico Internazionale di Genova per rinnovare il proprio ruolo di protagonista nei settori del turismo, delle infrastrutture, della nautica da diporto e della cantieristica navale. La presenza di Sviluppo Italia conferma l'impegno nel rilancio del turismo, che per la naturale vocazione territoriale del Paese e per l'enorme patrimonio storico-artistico e culturale, deve tornare ad essere il settore leader dell'economia italiana su cui puntare per consentire di recuperare posizioni in termini di competitività a livello internazionale ed attrarre investitori esteri in settori produttivi della nostra economia.
Sviluppo Italia presenterà gli strumenti operativi a disposizione degli imprenditori che vogliono scommettere nel settore, i risultati e le attività delle nuove imprese già avviate grazie alle misure direttamente gestite e le società del proprio Gruppo presenti sul mercato: Sviluppo Italia Turismo, Italia Navigando, Pregiohotel, Rete Autostrade Mediterranee, Innovazione Italia, Infratel, Nuova Cantieri Apuania, Sviluppo Italia Aree Produttive.
LE GIORNATE PREFERENZIALI PER GLI OPERATORI
Lunedì 11 e martedì 12 ottobre si svolgerà Tech Trade; l'iniziativa riservata agli operatori professionali che consente loro accesso preferenziale nei settori dell'accessoriato e della pesca nelle gallerie dei padiglioni S e C.
ORARI DI APERTURA, INGRESSI, PARCHEGGI IN CITTÀ E SERVIZIO BATTELLI
Il Salone sarà aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18.30. Il biglietto d'ingresso costerà 12 euro, 9 euro il ridotto. Ingresso gratuito per i bambini fino a 6 anni. Le comitive composte da un numero minimo di 30 persone potranno acquistare al momento dell'ingresso il biglietto a prezzo ridotto. Tre saranno gli ingressi al Salone: dal portale di Levante di piazzale Kennedy, dalle Riparazioni Navali (Marina 2), mentre una biglietteria sarà allestita in banchina per i visitatori in arrivo con i battelli. L'ingresso alla zona espositiva dello Yacht Club Italiano è riservato ai visitatori che usufruiranno del servizio navetta in partenza dal quartiere fieristico. Per quanto riguarda i parcheggi sono già stati definiti oltre 6.000 posti auto raggiungibili seguendo la segnaletica colorata di riferimento, confermati i 200 posti auto a Molo Archetti (uscita autostradale Ge-Pegli) con collegamento via mare, mentre nei fine-settimana sarà raddoppiato lo spazio disponibile in corso Italia. In fase di studio un ulteriore potenziamento dei collegamenti via mare dal Porto Antico e dalla Darsena (parcheggio ponte Parodi).
Sarà consentito l'ingresso ai cani, ovviamente a guinzaglio e provvisti di museruola, per i quali sono state previste aree wc attrezzate.
COSA OFFRE GENOVA NELLA SETTIMANA DEL SALONE
In concomitanza con il Salone Nautico Genova 2004 Capitale Europea della Cultura sarà teatro di eventi e mostre di estremo prestigio. La città stessa, dopo il restyling del centro storico, del water front e del levante cittadino, sarà uno spettacolo da esplorare e riscoprire.
Durante le giornate del Salone Nautico due mostre evento in programma. "Transatlantici. Scenari e sogni di mare" al Galata Museo del Mare racconta, attraverso un viaggio a bordo dei giganti del mare, la città come capitale del mare. Con "Arti&Architettura 1900-2000", a cura di Germano Celant a Palazzo Ducale, Genova 2004 ha iniziato il percorso di città contemporanea. La mostra testimonia gli sconfinamenti e gli intrecci condotti dagli artisti nell'ambito dell'architettura e quelli degli architetti nelle arti.
Con "Renzo Piano & Building Workshop", nella rinascimentale Porta Siberia nell'Area del Porto Antico, è stata ricreata l'atmosfera degli studi genovese e parigino dell'architetto.
Nel levante cittadino, all'interno degli storici Parchi di Nervi, ha da poco riaperto la Galleria di Arte Moderna di Villa Serra.
Il Teatro della Corte, a partire dal 14 ottobre, ospita "Teatri d'Europa", una rassegna di spettacoli teatrali, prodotti appositamente per Genova 2004. Nei giorni del Salone Nautico sarà messo in scena un grande spettacolo italiano "La Centaura" per la regia di Luca Ronconi e l'interpretazione di Mariangela Melato. (Fiera di Genova, www.salonenautico-online.it, www.salonenauticogenova.it, Luglio 2004)

SVAMA NAUTICA AL SALONE NAUTICO INTERNAZIONALE DI GENOVA
Due nuovi marchi si aggiungono alla già vasta proposta di Svama Nautica.
Lenco Marine è un'azienda americana leader nella produzione di correttori di assetto e alzaportelloni elettrici per la nautica professionale e da diporto.
Ma-Fra è conosciuta da anni per i suoi prodotti destinati alla pulizia e alla manutenzione di auto, moto, mezzi pesanti e di tutto il settore delle concessionarie e degli autolavaggi.
LENCO MARINE
Trim Tab - Correttori di assetto
I trim tab Lenco Marine permettono di mantenere costantemente l'assetto ottimale della propria imbarcazione nelle varie situazioni di navigazione. I trim tab Lenco Marine governano, infatti, la barca in modo lineare, pulito e veloce, diminuendo il consumo di carburante ed aumentando la sicurezza sia su una piccola imbarcazione sia su un mega-yacht.
La vite a sfera, utilizzata nei trim tab Lenco Marine, è estremamente affidabile e potente ed offre una risposta istantanea e sicura, rendendo l'uso dei trim tab molto amichevole rispetto ai normali tripm tab idraulici. Inoltre, i trim tab Lenco Marine non contengono olio e rispettano l'ambiente.
I trim tab Lenco Marine operano in modo indipendente l'uno dall'altro per fornire ottime performance, re-indirizzando il flusso dell'acqua sullo specchio di poppa della barca.
Alzaportelloni Elettrici
Gli alzaportelloni elettrici Lenco Marine sono resistenti all'acqua e interamente progettati con materiali che garantiscono la loro durata nel tempo.
Il sistema a doppio pistone agisce in sincrono assicurando l'apertura e la chiusura anche parziale dei portelloni.
Il sistema Lenco permette, inoltre, di escludere automaticamente l'alimentazione a fine corsa.
L'attuatore dei cilindri presenta un assorbimento di soli 5A ed è disponibile sia a 12v sia a 24v.
Gli alzaportelloni Lenco sono dotati di un singolo cavo di alimentazione, rendendo il montaggio più sicuro e veloce rispetto a quelli idraulici.
MA-FRA
Si affaccia sul mercato nautico con una linea di prodotti definiti di cosmetica della barca per le caratteristiche innovative ed ambientali. Questi prodotti infatti nascono da scelte tecnologiche all'avanguardia, ricerca della perfezione e rispetto della natura come dimostra l'eliminazione dei gas propellenti e l'utilizzo invece di tensioattivi a base vegetale.
TELEFLEX MARINE
Volanti Luisi
Prodotti in esclusiva per Teleflex Marine, azienda americana leader nel settore nautico, i volanti Luisi sono noti per la qualità della lavorazione e dei materiali utilizzati.
Da oltre trent'anni, infatti, Luisi sceglie le migliori pelli ed i legni più pregiati dando vita a volanti che impreziosiscono l'imbarcazione ed esaltano il piacere della guida.
Dal design raffinato e i colori sobri ed eleganti, al design sportivo con colori giovani e vivaci, i volanti Luisi hanno in comune la cura artigianale posta nella realizzazione e l'attenzione per il particolare tipica della tradizione e delle maestranze italiane.
Ad arricchire la già vasta gamma sono stati creati numerosi modelli:
- Como 320 e Como 360, con morbido rivestimento di colore nero o grigio (diam. 320 cm. e 360 cm.);
- Versilia, con rivestimento in scai di colore nero e razze nere (diam. 350 cm.);
- Stratos, in mogano con razze nere (diam. 360 cm.);
- Falcon, con morbido rivestimento di colore nero e razze nere o argento (diam. 310 cm. e 340 cm.);
- Matrix, in acciao inossidabile con rivestimento in poliuretano di colore bianco o nero e razze lucide (diam. 350 cm.);
- Champion, nella nuova versione con coprirazze centrale in simil radica o simil carbonio.
SeaStar Power Assist 12V
Trasforma una timoneria manuale in servoassistita senza variare il numero di giri del volante.
Estrema facilità di installazione, si consiglia di posizionare SPA il più vicino possibile al cilindro.
Da utilizzare solo con pompe SeaStar 1.7 e 2.0 cu.in.
Scatola telecomando CH1700
Monoleva laterale ad azione doppia
Scatola telecomando CH7500
Monoleva a chiesuola ad azione doppia
Progettate con il supporto di studi ergonomici.
Design accattivante, abbinano robustezza e maneggevolezza in ogni funzione.
Meccanismo universale, compatibile con cavi 33C, OMC e Mercury.
Grip morbido e antiscivolo
Interruttore di folle e interlock di serie.
Timoneria Idraulica BayStar 150 HP
La timoneria idraulica BayStar per motorizzazioni fino a 150HP totali, novità del catalogo 2004, è stata ulteriormente implementata. Presenta infatti nuovi cilindri compact Honda e Suzuki/Johnson, tutti anche per tubi SeaStar, oltre ai nuovi kit piastra per i diversi cilindri. (Svama Nautica, www.svama-nautica.com, Luglio 2004)

NOVITA' FURUNO AL SALONE NAUTICO INTERNAZIONALE DI GENOVA 2004
LH 3000
Furuno LH-3000 Progettato per tutte le imbarcazioni che richiedono un'elevata qualità a bordo e comunicazioni ship-to-ship nelle diverse condizioni, LH-3000 è un Loud Hailer a 30-watt con altoparlante interno e microfono ad alte prestazioni.
Solido e resistente all'acqua, è ideale in condizioni di scarsa visibilità. Grazie all'emissione di segnali vocali e di otto segnali di avvertenza riconosciuti a livello internazionale, LH-3000 notifica, infatti, la propria presenza e posizione alle imbarcazioni che si trovano nelle vicinanze.
NavNet BlackBox
La nuova serie NavNet BlackBox include i modelli 18x3C-BB, 19x3C-BB e GD-1900C-BB che si integrano al network NavNet ad alta velocità basato su Ethernet.
Le immagini Radar, Chart Plotter, Ecoscandaglio e tutte le numerose funzioni disponibili nel network NavNet possono ora essere visualizzate su comuni display con ingresso VGA o sui monitor originali FURUNO.
Ogni sistema NavNet BlackBox comprende un'antenna, un processore e una tastiera di controllo perfettamente compatibili con l'intero sistema NavNet originale permettendo così molteplici configurazioni.
Radar FAR 2117-2127-2137S
Progettata per rispondere ai requisiti standard IMO (International Maritime Organization) per navi al di sotto di 10.000 GT, questa linea di radar banda-X o banda-S è il risultato di cinquant'anni di esperienza nel campo dell'elettronica di navigazione e della tecnologia informatica avanzata.
In una configurazione multistazione, i radar FAR-21x7 possono essere collegati tra di loro utilizzando una rete di tipo ethernet. E' possibile, infatti, connettere fino a quattro radar ed effettuare l'interscambio di funzioni senza l'aggiunta di dispositivi aggiuntivi (inter switch).
Lo schermo LCD 20.1" di tipo DVI (totalmente digitale) fornisce un diametro effettivo d'immagine superiore di 250 mm. e immagini radar precise, presentate con colori selezionabili e con un colore di sfondo adatto per visibilità diurna e notturna, che consentono una facile osservazione in qualsiasi condizione di illuminazione.
Radar LCD 7" Modello 1715
Il Modello 1715 è un radar LCD ad alta definizione, progettato per imbarcazioni da diporto e piccole imbarcazioni da pesca, che offre immagini dettagliate delle coste e dei bersagli su scale minori, grazie alla lunghezza di impulso più stretta ed all'ampiezza della doppia banda.
La velocità di rotazione dell'antenna cambia automaticamente in base alla portata selezionata per ottenere un ottimo rilevamento dei bersagli assicurando un'elevata performance su tutte le scale (range di 14 scale da 0.125 a 24 nm).
Gli echi del radar sono visualizzati in quattro tonalità di grigio sullo schermo da 7" Silver Bright LCD che consente un'eccellente visibilità sotto la luce diretta del sole. Compatto e waterproof, può essere installato in plancia o nel fly bridge.
Navpilot 511
Grazie all'innovativa tecnologia adattiva, NavPilot 511 permette di ottimizzare continuamente i parametri di governo per una navigazione sicura e perfetta. Lo speciale algoritmo software auto-apprendente si rivela ideale nel mantenere la rotta in diverse condizioni di mare e della barca.
Le modalità operative includono Auto (comando Heading), Advanced Auto, Auto Work (per trainare la rete su imbarcazioni da pesca) e NAV (sistema di controllo traccia riferito al cross track error) quando integrato con sensori di navigazione.
Il display LCD offre diverse possibilità di visualizzazione dei dati, tra cui modalità AUTO, STBY, HIGHWAY, vento, timone, dati di navigazione e bussola consentendo all'utente di personalizzare alcune tra le pagine disponibili.
Inoltre, l'esclusivo sistema FishHunter permette di eseguire manovre Orbit o Clover Leaf attorno ai bersagli pesce quando vengono rilevati da un GPS FURUNO oppure con un ecoscandaglio, un sonar o un radar FURUNO.
MU 120C-155C
I nuovi display marini LCD multifunzione modelli MU-120C e 155C sono dotati di schermi da 12" e 15" a cristallo chiaro LCD TFT e provvisti di uno speciale filtro di vetro anti-riflesso che consente di eliminare completamente qualsiasi fastidioso bagliore.
Grazie ai loro colori brillanti, all'eccellente contrasto e all'ampio angolo di visualizzazione, che permette una comoda lettura dati a più di una persona contemporaneamente, questi monitor sono perfetti sia in condizioni di intensa luce solare, sia in condizioni di ridotta luminosità.
Impermeabili all'acqua, il modello MU-120C, con schermo SVGA (800x600), e il modello MU-155C, con schermo XGA (1024x768), hanno all'interno anche un adattatore di risoluzione che consente di supportare alte risoluzioni fino a SXGA 1280x1024. Entrambe le unità includono, inoltre, la possibilità di avere diversi dati in entrata: 2 RGB analogico, 1 DVI-D (Interfaccia Video Digitale) e ingresso video 3 NTSC/PAL.
INFORMATIQUE & MER
MAXSEA versione 11
MaxSea versione 11 è l'ultimo aggiornamento del noto software di navigazione di Informatique & Mer (Signet Group). Questa versione gestisce anche il nuovo formato .mm2 delle carte Mapmedia che riproduce fedelmente le mappe cartacee grazie all'innovativa tecnologia Wavelet®, offrendo affidabilità e precisione senza pari, pur mantenendo gli elementi grafici e i riferimenti già familiari all'utenza. Le carte Mapmedia permettono quindi di navigare in tutta sicurezza con il vantaggio di una veloce installazione e un utilizzo estremamente semplice.
MaxSea versione 11 presenta, inoltre, un'interfaccia particolarmente intuitiva con una barra degli strumenti dalla grafica accattivante con simboli più immediati, forma e posizioni regolabili e numerose funzioni a portata di un click. Consente di accedere rapidamente a molteplici informazioni e di dare priorità alla carta quando lo schermo del computer è di piccole dimensioni. (Arimar, www.arimar.com, Luglio 2004)

NOVITA' ARIMAR AL SALONE NAUTICO INTERNAZIONALE DI GENOVA
X-SYSTEM
Si tratta di un rivoluzionario sistema di aggancio meccanico dei tubolari sui nuovi battelli pneumatici della linea "X-cellence" ed "X-Scuba", protetto da due brevetti internazionali.
Questo nuovo tipo di montaggio permette un'estrema facilità e rapidità di gestione del tubolare, consentendone uno smontaggio ed una re-installazione, in caso di necessità di interventi tecnici, in circa mezz'ora di tempo.
La funzionalità dell'originale sistema offre la possibilità a qualsiasi utente di svolgere le operazioni necessarie senza bisogno di avere particolari abilità tecniche, anche, in caso di emergenza, direttamente in acqua. Ciò permette enormi vantaggi sulle tempistiche di manutenzione/sostituzione dei tubolari consentendo di rendere nuovamente operativo a brevissimo il battello dotato di questo sistema.
L'aggancio meccanico "X-system", progettato interamente dal Centro Studi Arimar, rappresenta sicuramente un "passo nel futuro" nella costruzione dei battelli pneumatici.
SCUBA X-690
Ad ampliare la già apprezzata linea di battelli da lavoro "Scuba", è nato il nuovo "Scuba X-690", ultima creazione del Centro Studi Arimar. Questo grande battello è stato specificamente studiato per rispondere alle esigenze di un'utenza interessata a prodotti "heavy duty". Grande capacità di carico, prestazioni esaltanti e doti nautiche eccellenti sono gli "ingredienti" che compongono questo nuovo riuscito cocktail. Anche questo battello è dotato del rivoluzionario aggancio meccanico "X-system".
X-CELLENCE 760 EFB
Per chi predilige la spinta del piede poppiero, non poteva mancare in gamma un battello motorizzato in versione entro-fuoribordo.
L'"X-cellence 760 EFB" completa la proposta in questa fascia dimensionale di grandi battelli da diporto, proponendosi con motore a piede poppiero (a scelta Mercruiser o Volvo-Penta, diesel o benzina) e linee d'acqua che assicurano prestazioni di valore assoluto. Con questa unità il Centro Studi Arimar esprime al meglio il nuovo corso dell'azienda, realizzando un battello dal concept esclusivo ed al tempo stesso tecnologicamente all'avanguardia.
I grandi spazi prendisole, l'eleganza e la classe delle finiture, le scelte tecniche innovative, come l'adozione dell'aggancio meccanico "X-system", rendono questo battello un riferimento per chi pretende il meglio in termini di prestazioni, facilità d'uso e comfort.
CRUSCOTTI CONSOLLE "LX" E CONSOLLE "X-CELLENCE"
Le consolle della serie "LX" e "X-CELLENCE" sono ora realizzate con cruscotto estraibile per una più comoda ispezionabilità ed una maggiore facilità di installazione degli strumenti. (Arimar, www.arimar.com, Luglio 2004)

INTERMARINE TO LAUNCH THE "G120 CALABRESE" PATROL BOAT FOR THE ITALIAN GUARDIA DI FINANZA
Tomorrow, July 28,2004, at 06.00 p.m., Rodriquez's Intermarine shipyard in Sarzana will launch the Bigliani Class VI Series Fast Patrol Boat "G120 Calabrese". "G120 Calabrese" will be formally delivered in approximately 8 months and is an evolution of the Bigliani class training vessels, "Marino" e "Pedretti" developed for the Italian Navy in 1998. She is a 27 meter, 100% composite vessel and is capable of speeds up to 40 knots.
Her highly sophisticated construction along with Intermarine's demanding quality standards combined with the needs of the Guardia di Finanza have resulted in a vessel that is ideally suited to her role as a coastal patrol vessel to fight against illicit smuggling and contraband activities. The launching cerimony will be presided over by Gen. Castore Palmerini, commander of the Guardia di Finanza Regione Liguria and by the Director of Intermarine Yard, Mr. Edoardo Cossutta.
This latest launch is part of a contract with the Guardia di Finanza for the supply of ten 27 meter patrol vessels along with three 35 meter patrol boats. The first of the 35 meter series, the "G3 DI BARTOLO" was delivered in October 2003. The official delivery ceremony of the second and the third 35 meter patrol boat "G4 Avallone" and "G5 Oltramonti" will be in Genova this autumn.
In addition to this contract, Intermarine in cooperation with the Baglietto shipyard is also building another fourteen 13.20 meter fast interceptor craft (45 knots) for the Guardia di Finanza. Intermarine has also been awarded a contract by the Italian Navy for the midlife refit of the "Lerici Class", minehunters previously built by Intermarine. (Intermarine SpA, www.intermarine.it, Luglio 2004)

CGT CATERPILLAR: NUOVI MOTORI MARINI AMPLIANO LA SERIE C
CAT_C32 Caterpillar amplia la gamma della serie C, e CGT presenta i due nuovi motori C32 e C7 al Salone Internazionale di Genova.
Il CAT C32, il più grande motore da propulsione Caterpillar per barche plananti, e il C7, il più piccolo dei motori della serie C, sono stati sviluppati con il supporto dei cantieri e degli armatori di tutto il mondo per offrire nella loro classe livelli elevati per coppia, accelerazione, efficienza, basse emissioni e affidabilità.
CAT C32
Il nuovo motore da propulsione C32 è un 32.1 litri, a iniezione diretta, 12 cilindri a V con turbocompressori e aftercooler, completamente elettronico in grado di erogare una potenza massima di 1675 CV (1232 kW) a 2300 giri. Una curva di potenza costante tra 1900 e 2300 giri che comporta la massima potenza disponibile già alla velocità di crociera (400 giri meno del massimo) e garantisce rapide accelerazioni fino a regime massimo.
Disegnato per soddisfare le esigenze di installazione in imbarcazioni plananti da 20 a 30 metri, è realizzato sulla base del C30, campione di vendita per Caterpillar.
Il Cat C32, caratterizzato dal disegno razionale per consentire facilità di accesso nelle operazioni di manutenzione, grazie al controllo elettronico consente la massima efficienza nei consumi con bassi livelli di emissioni e totale assenza di fumosità. "Prima del lancio abbiamo già ricevuto 150 ordini dai cantieri" afferma Brian Abbot, Manager Caterpillar per il settore diporto, "un segnale forte che indica come il C32 diventerà un punto di riferimento per il mercato".
CAT C7
Il nuovo motore per propulsione C7 è un 7,2 litri, 6 cilindri in linea, con turbocompressore e aftercooler disegnato per imbarcazioni plananti da 7 a 12 metri.
Il C7 affianca il diffuso 3126B e si differenzia per il disegno più compatto (grazie a scambiatore di calore e vaso di espansione integrati) offrendo la potenza massima di 460 CV (339 kW) a 2800 giri con livelli ridotti di consumi.
Parlando del C7, Brian Abbot dice: "Il C7 con l'eccellente rapporto peso potenza e i ridotti ingombri è a pieno titolo membro della famiglia di motori ad alte prestazione della serie C. E' il motore di accesso alla nostra gamma e ci permette di dimostrare cosa significa Caterpillar in termini di servizi, prestazioni, affidabilità e risposta globale anche nel range delle imbarcazioni più piccole." (CGT, 21 luglio 2004)

DELTA NOVA - ECO-ELETTRICA. LA PRIMA IMBARCAZIONE ECOLOGICA DA UTILIZZARE PER IL TRASPORTO TURISTICO URBANO SUI FIUMI E CANALI DI PADOVA E SULLA RIVIERA DEL BRENTA
Ultimaora Delta Nova è la nuova imbarcazione che dal 5 di Maggio 2004 naviga il fiume Piovego a Padova e sulla Riviera del Brenta. L'imbarcazione è di proprietà della compagnia di navigazione turistica Delta Tour S.n.c. con sede a Padova in Via Toscana, che l'ha costruita presso il suo cantiere di Camin.
Delta Nova non è soltanto l'evoluzione della Padovanella, che per prima ha fatto navigare i corsi d'acqua padovani ai suoi cittadini, ma è anche l'applicazione delle tecnologie più moderne alla navigazione urbana e turistica:

  • è interamente elettrica, e non produce quindi nessun inquinamento dell'aria e dell'acqua con una tendenza a zero persino della rumorosità di navigabilità;
  • è costruita con particolari leghe di alluminio e acciaio, tali da renderla del tutto rispettosa dell'ambiente perché priva di materiali di manutenzione quali colori, anticorrosivi, agenti antialga;
  • è dotata di tre motori, due a poppa e uno a prua, al fine di consentirle la massima manovrabilità: la barca può girare su se stessa facendo perno sul suo centro;
  • l'imbarcazione ha la capienza di 70 persone comodamente sedute ed è omologata per l'imbarco dei portatori di handicap;
  • l'imbarcazione ha una autonomia di circa 10 ore che ne consentono la navigazione sui Canali di Padova, da Padova a Malcontenta lungo la Riviera del Brenta e da Padova a Monselice sul Canale di Battaglia. (Delta Tour Navigazione Turistica, www.deltatour.it, Luglio 2004)

    L'ULTIMO NUMERO DI "INFORMARE"
    Si segnala che e' disponibile on line su www.agcipesca.it, in formato pdf, l'ultimo numero di "informare" giugno-luglio 2004. (Agci pesca, Luglio 2004)

    CONTINUED SUCCESS FOR THE 370 HP NEF MARINE ENGINE
    In little more than a year since the start of production, more than 400 of the 370 Hp NEF marine engines have been sold around the world.
    The new Iveco Motors engine has been appreciated in particular both for its power output of 370 Hp at 2800 rpm, and for the quiet, smooth way this 6-cylinder, 6-litre common rail engine operates. Quietly smooth, brilliant performance with no smoke at all.
    Without forgetting the fuel consumption, which is extremely low for an engine with a similar power output.
    The most recent applications include the T37 Open motorboat built by the 3B Craft boatyard in the Marche region of Italy. 
    This boat is a fibreglass "Fisherman" with an overall length of 11.4 metres, room for 10 passengers, and a top speed of 33 knots.
    The engines are supplied by Cerdiesel, the local Iveco Motors dealership in Rimini, Italy.
    The new engine has also replaced the original engine on the 12.50 metre Rodman, a French boat, which with the NEF 70 is capable of a top speed of 27 knots.
    The engines are supplied by the Iveco Motors French dealership in Lyons. (Iveco Motors, www.ivecomotors.com, Luglio 2004)

    GEONAV 4C E NAVIONICS GOLD "LAND & SEA"
    Geonav 4C, il gioiello di casa Navionics, già vincitore di numerosi premi in tutto il mondo per la sua originalità, versatilità e facilità di utilizzo, si arricchisce di un'ulteriore dotazione. Grazie all'introduzione della cartografia Navionics "Land & Sea", che permette di avere sulla stessa cartuccia tutta la cartografia marina (laghi principali compresi) e terrestre Italiana, Geonav 4C diventa l'unico strumento portatile marino che può navigare, per mare e per terra, senza mai dover cambiare cartuccia e senza alcuna operazione di trasferimento dati dal computer o dal CD.
    Tutta l'Italia, marina e terrestre, viene fornita su un'unica cartuccia Compact Flash da 512mb ed è disponibile al prezzo di 349 Euro + iva.
    La versione terrestre è inoltre dotata di comandi vocali in varie lingue tra cui l'italiano. Geonav 4C è uno strumento impermeabile (IPX7) ed ha in dotazione uno schermo LCD transflettivo a colori da 3,5" perfettamente visibile al sole, un' antenna GPS integrata WAAS/EGNOS, batterie ricaricabili direttamente dallo strumento, ed una completa gamma di accessori disponibili a richiesta.
    E' inoltre interfacciabile, via NMEA, con altri strumenti della barca. Geonav 4C permette di passare dalla navigazione marina a quella terrestre senza mai cambiare cartuccia. (Navionics S.p.a. Divisione Geonav, 20 luglio 2004)

    SIMRAD: DA POCO SUL MERCATO DUE SOFISTICATI SISTEMI BASATI SULLA PIATTAFORMA SATELLITARE INMARSAT FLEET
    Ultimaora I nuovi MS33 ed MS55 sono stati concepiti per offrire al mercato del diporto e professionale trasmissione di voce e di dati via Internet, e-mail, fax e telefono, fornendo una soluzione totale alle esigenze di comunicazione.
    Il sistema MS33 comprende un servizio integrato di dati che si può connettere ad una velocità che arriva a 9,6 kbps per voci, fax e trasmissioni sequenziali. Utilizza una tecnologia avanzata di compressione dati che rende la trasmissione fino a 7 volte più veloce di altri sistemi comparabili nel servizio Fleet 33.
    I costi di comunicazione sono mantenuti bassi in quanto il sistema è in grado di utilizzare il servizio MPDS (Mobile Packet Data Service), un servizio sempre attivo che offre un pacchetto in cui si paga per la quantità di dati inviati e ricevuti e non per il tempo usato. Il sistema MS33 è stato concepito soprattutto per pescherecci piccoli e medi e per imbarcazioni a motore e a vela.
    Questo pacchetto per una comunicazione economica richiede un'antenna piccola e leggera e comprende delle interfacce "plug & play" sotto coperta (PC, fax, telefono). Ciò rende l'installazione del sistema MS33 così facile che si può effettuare in proprio, evitando il costo di un installatore specializzato. Disegnato espressamente per imbarcazioni da diporto e di pattugliamento, il sistema MS55 offre un pacchetto di comunicazione veloce e potente per l'operatore professionale.
    Offrendo velocità fino a 64 kbps il sistema MS55 utilizza il Mobile ISDN e MPDS. Oltre alla e-mail veloce e ad alta capacità, Internet, copertura di voce globale e fax, il sistema MS55 comprende anche la possibilità di trasferimento di grandi file e di videoconferenze, rendendolo la scelta ideale per operatori professionali. Anche se è stato concepito per imbarcazioni grandi, il sistema MS55 è facile da installare e utilizza gli stessi collegamenti "plug & play" del sistema MS33. Il sistema MS33 ha una copertura di Œspot beam' ampia con l'antenna di 40 cm che utilizza quattro satelliti che coprono all'incirca metà della terra dalla loro posizione geostazionaria sopra l'equatore.
    L'antenna di 60 cm del sistema MS55 abilita l'uso del servizio voce nel Œglobal beam' permettendo così agli operatori di chiamare e di essere chiamati in tutto il mondo. I servizi di fax e dati del sistema MS lavorano in Œspot beam'. (Simrad, www.simrad.it, Luglio 2004)

    NUOVO RADAR LCD 7" MODELLO 1715 DI FURUNO, DISTRIBUITO IN ITALIA DA ARIMAR DIVISIONE ELETTRONICA
    Ultimaora E' un radar LCD ad alta definizione, progettato per imbarcazioni da diporto e piccole imbarcazioni da pesca, che offre immagini dettagliate delle coste e dei bersagli su scale minori, grazie alla lunghezza di impulso più stretta ed all'ampiezza della doppia banda. La velocità di rotazione dell'antenna cambia automaticamente in base alla portata selezionata per ottenere un ottimo rilevamento dei bersagli assicurando un'elevata performance su tutte le scale (range di 14 scale da 0.125 a 24 nm).
    Gli echi del radar sono visualizzati in quattro tonalità di grigio sullo schermo da 7" Silver Bright LCD che consente un'eccellente visibilità sotto la luce diretta del sole. Compatto e waterproof, può essere installato in plancia o nel fly bridge.
    E' dotato della funzione Video Reverse (bianco su nero) per un efficace utilizzo notturno e della funzione Watchman che blocca l'antenna e disattiva la trasmissione, mostrando sullo schermo solo i dati Nav. In questa modalità, che permette un risparmio energetico con un consumo di solo 8 watt, il radar si attiva ad intervalli di tempo specifici (5, 10 o 20 min.) e resta operativo per un minuto.
    Se un bersaglio entra nella zona di guardia, si attiva un allarme acustico e il radar torna automaticamente al funzionamento normale, disattivando la funzione Watchman. L'allarme può anche essere impostato per funzionare su un bersaglio che lascia la zona predefinita.
    Altre caratteristiche standard includono: EBL (Electronic Bearing Line), VRM (Variable Range Marker), Uscita TLL (Target L/L), Lettura Cursore L/L, Tracciato Eco, Allarme zona di guardia, Disturbo anti-pioggia, Controllo automatico di sintonia e sensibilità. Il comando A/C RAIN migliora il rilevamento del bersaglio in condizioni di pioggia grazie alle moderne prestazioni del ricevitore. Con l'utilizzo di dati Nav in entrata formato NMEA 0183, il radar consente di eseguire funzioni addizionali.
    Le informazioni grafiche e numeriche del waypoint, indicato da un mark per una facile identificazione sullo schermo radar, possono essere mostrate sullo schermo. Nella funzione in uscita TLL si può emettere un target specifico in L/L utilizzando il cursore sul navigatore GPS opzionale come un mark. (Arimar, www.arimar.com, Luglio 2004)

    ISOLE EGADI: NASCE IL CONSORZIO DI GESTIONE PICCOLA PESCA. È IL PRIMO CONSORZIO SICILIANO COSTITUITO AI SENSI DELLA LEGGE 164/98
    È stato costituito con sede a Favignana, nell'Area Marina Protetta delle Egadi, il primo Consorzio siciliano di Indirizzo, Coordinamento e Gestione tra imprese della Piccola Pesca artigianale.
    La nuova realtà, costituita ai sensi della Legge 164/98, ha visto la luce a seguito di una lunga gestazione che ha superato difficoltà di ogni tipo, non ultime quelle relative alla difficoltà di riunire imprese aderenti a diverse Associazioni di categoria.
    Il Consorzio delle Isole Egadi - che, ad oggi, raccoglie 19 imprese costituenti che operano nelle isole di Favignana, Marettimo e Levanzo - ha la possibilità di afferire ai fondi della L. 164/98 (globalmente 15 mld di lire destinati ai Consorzi Piccola Pesca, di cui 3 mld specificamente destinati ad iniziative nelle Aree Marine Protette) non appena la misura sarà concretamente attivata con la costituzione di un Comitato di gestione e l'erogazione di relativi fondi al Consorzio Uniprom, su cui sono stati impegnati i finanziamenti.
    Il Consorzio, che si aggiunge a quelli della piccola pesca di San Benedetto del Tronto e di Punta Campanella, una volta riconosciuto e finanziato potrà sviluppare attività di promozione e valorizzazione del prodotto, razionalizzazione delle attività di cattura e azioni pilota finalizzate a tutelare e sviluppare il comparto della piccola pesca che, nel contesto delle Egadi, assume una particolare valenza per la maggiore compatibilità dei sistemi di cattura tradizionali in un contesto soggetto a protezione ambientale.
    Quella dei Consorzi della Piccola Pesca sarà la seconda grande esperienza di autogestione dopo quella dei consorzi di gestione delle vongole che, dopo un difficile avvio, stanno ormai dimostrando quanto la responsabilizzazione degli operatori e l'autogestione siano capaci di produrre effetti positivi sia sulla gestione delle risorse, sia sulla valorizzazione del prodotto. (AGCI Pesca, www.agcipesca.it, 8 luglio 2004)

    CAMBIARE IL PROCESSO DECISIONALE PER UNA GESTIONE EFFICACE DELLA PESCA IN MEDITERRANEO
    "Condizione essenziale per rendere la pesca mediterranea sostenibile, è che i pescatori comprendano e condividano le regole, come è anche raccomandato dal Codice di Condotta per una pesca responsabile della FAO. Per questo la costituzione dell'Associazione professionale mediterranea MEDISAMAK è da considerare una tappa fondamentale per la costruzione di un sistema di gestione della pesca in scala di bacino: dal confronto tra Associazioni professionali dei Paesi rivieraschi e dalla concreta attivazione del CGPM, può partire una diversa politica della pesca in Mediterraneo, che capovolga il senso del processo decisionale. Non più regole piovute in Mediterraneo dal cielo di Bruxelles ma, al contrario, misure tecniche e di gestione scaturite dal confronto tra operatori e ricercatori dei Paesi rivieraschi proposte alla Commissione Europea per la loro traduzione in Regolamenti"
    è quanto dichiarato da Giampaolo Buonfiglio, Presidente dell'AGCI Pesca intervenuto oggi al convegno su "Mediterraneo: regole comuni per un mare comune" tenuto a Roma.
    "Solo cambiando il processo decisionale e dando più spazio alla partecipazione dei pescatori potrà essere concretizzato e valorizzato l'ottimo risultato della Conferenza euromediterranea tenuta dal nostro Governo a Venezia durante il semestre di presidenza italiana dell'UE, la terza tenuta in dieci anni senza che nulla sia cambiato, ma che anzi oggi ci vede fare i conti con una Politica Comune della Pesca sempre più lontana dalla realtà mediterranea, contraddittoria, inefficace, discriminatoria ed in controtendenza rispetto alle politiche nazionali della sponda sud del bacino. Il faro acceso a Venezia", ha concluso Buonfiglio, "deve essere reso operativo ed in grado di modificare realmente la rotta dei pescherecci in Mediterraneo, per evitare che questi affondino secondo le linee che il Commissario Fischler ha ostinatamente portato avanti fino al termine del suo mandato". (AGCI Pesca, 7 luglio 2004)

    AL MEDITERRANEAN SEAFOOD EXPOSITION I PRODOTTI ITTICI MOLTIPLICANO LE OCCASIONI DI CONSUMO
    Sono ormai delineate le linee guida della 4a edizione di MSE Mediterranean Seafood Exposition, in programma dal 5 all'8 febbraio 2005 a Rimini Fiera.
    Il Salone internazionale dedicato alle produzioni ittiche nel contesto del pasto extradomestico sarà inserito nel più grande polo espositivo d'Europa per il settore, che comprende anche la "Mostra Internazionale dell'Alimentazione', "Pianeta Birra Beverage & Co.' e "Food&Beverage Logistics Expo'.
    L'area espositiva, allestita sui 6mila mq del Pad. B1, sta completandosi con la novità di un corposo numero di aziende spagnole che hanno voluto inserire la propria proposta commerciale all'interno di una manifestazione che consente un efficacie ed impareggiabile confronto con il mondo dell'horeca.
    I consumi di prodotti ittici nella ristorazione si sono mantenuti costanti negli ultimi anni, vincolati spesso ad un giudizio legato al prezzo elevato, alla scarsa abitudine al consumo e a dubbi su freschezza e ed igienicità.
    L'intento di MSE è quello di favorire l'incontro fra le imprese internazionali protagoniste della filiera ittica per contribuire ad inserire i prodotti ittici in nuove aree di consumo (paninoteche, birrerie, pub, ecc).
    Un'opportunità importante per le imprese italiane del settore, sempre più attente a stringere accordi di partnership a livello internazionale per inserirsi nel circuito della commercializzazione insieme ad imprese di produzione di Paesi ad alta pescosità.
    LA TERRITORIALITA' DELLA GASTRONOMIA MOLECOLARE: IL PESCE IN TUTTE LE SUE FORME
    A MSE, il 5 febbraio avrà luogo la prima edizione di una iniziativa dedicata alla gastronomia molecolare. I tre chef europei, massimi esponenti di questa disciplina accompagnati da tre autorevoli professori della fisica, si cimenteranno con ricette a base di pesce. Saranno effettuati stage pratici destinati agli operatori del settore ed alla stampa.
    IL PESCE TRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE
    Fra i convegni, da segnalare quello dedicato ai prodotti derivati come i sughi di pesce, prodotti tipici che nel canale retail stanno registrando un ottimo successo.
    L'Italia ha una grande tradizione nelle produzioni ittiche, basti pensare che sono più di 60 le conserve di pesce censite nell'ultimo Atlante dei Prodotti Tipici, realizzato dall'Insor. Malgrado questo, in Italia finora non è stata registrata né una Dop né una Igp. Medesimi ritardi in Italia sul fronte del riconoscimento di prodotti ittici provenienti da acquacoltura, con una difficoltà ad utilizzare il grande patrimonio di tradizioni nel settore ittico che è in grado di sviluppare. Il convegno, dal titolo "Il pesce tra tradizione e innovazione"’ esaminerà i motivi di questi ritardi e prospetterà percorsi futuri. Interverranno relatori del mondo della ricerca, della produzione e dell’industria di trasformazione.
    FRA LE ERBE E IL MARE
    L'edizione 2005 di MIA Young (7 e 8 febbraio 2005), concorso riservato alle quinte classi degli istituti professionali alberghieri, concentrerà la propria attenzione sul piatto di pesce. Al concorso, che ha per titolo "Fra le erbe e il mare'’ parteciperanno circa 40 istituti provenienti da Francia, Germania, Croazia, Spagna e Italia. Una giuria di esperti giudicherà i piatti e determinerà un istituto vincitore, ma l'obiettivo è quello di generare una cultura ittica nelle nuove generazioni di chef. MIA Young è una iniziativa realizzata da Rimini Fiera, IPSSAR Riolo Terme, Arte in Tavola e Società d'Area "Terre di Faenza". (Rimini Fiera Spa, www.medseafood.com, 5 Luglio 2004)

    STEINER - NAVIGATOR PRO 7X50
    Ultimaora Svama Nautica, società leader in Italia per l'importazione e la commercializzazione di prodotti per la nautica, propone tra le novità nel catalogo 2004 la linea Navigator Pro 7x50 di Steiner, azienda tedesca specializzata nella produzione di binocoli.
    Navigator Pro 7x50 è una linea professionale per la nautica, ideale per uso da diporto e in mare aperto. Le ottiche e l'armatura, realizzata in Makrolon, materiale ad alta tecnologia che deriva dall'applicazione spaziale, resistono al sole, all'acqua e al sale persino in condizioni di luce estreme.
    I due modelli, con bussola illuminata, liquido stabilizzante e reticolo, che permettono di trovare sempre la rotta e di calcolare le distanze per la misurazione anche in alto mare, e senza bussola per esigenze di leggerezza, presentano elevata robustezza, pur mantenendo un peso ridotto, ed eccellente operatività grazie al sistema di memorizzazione della messa a fuoco.
    La linea Navigator Pro 7x50 è dotata di ottiche High-Contrast Pro con lenti e prismi realizzati con la massima precisione e uno speciale trattamento che aumenta notevolmente la trasmissione della luce, assicurando un'immagine particolarmente chiara anche in condizioni di scarsa visibilità.
    L'utilizzo del sistema a nitrogeno pressurizzato impedisce la formazione della condensa all'interno del binocolo anche con escursioni termiche da -40o C a +80o C.
    Essenziali come optional la custodia e la cinghia galleggiante che impedisce l'affondamento del binocolo in caso cada in acqua.
    Navigator Pro 7x50 con bussola e Navigator Pro 7x50 senza bussola hanno rispettivamente un prezzo al pubblico di Euro 900+ IVA e Euro 640+ IVA. (Svama Nautica, www.svama-nautica.com, www.hrosystems.com, Luglio 2004)




  • Onda
    Altri siti I Usato I Redazione I Fast Ferries I Clienti I Novita'/News I Forum
    Abbonam. I Pubblicità I Costr. RINa I Newletter I Cerca I Home